mercoledì 20 aprile 2016

Matteo Renzi in delirio: «Stiamo facendo il Gottardo»

Il premier italiano cita AlpTransit tra le opere pubbliche che l'Italia sta affrontando, insieme al Brennero e alla Torino-Lione

«Siamo l'unico Paese al mondo che sta facendo tre tunnel, tre opere strepitose per il collegamento con l'Europa: il Gottardo (sic!), il Brennero e la Torino-Lione».
Lo ha detto venerdì scorso (15/04/2016) il premier italiano Matteo Renzi.
In conferenza stampa a Palazzo Chigi, sede della presidenza del consiglio, Renzi parlando del nuovo codice degli appalti, ha testualmente affermato:
«Siamo l'unico Paese al mondo che sta facendo tre tunnel, tre opere strepitose per il collegamento con l'Europa: il Gottardo che si inaugura il primo giugno con la Svizzera, il Brennero che abbiamo sbloccato noi e ci collega all'Austria, la Torino-Lione con la Francia. Stiamo investendo 28 miliardi di euro, ovviamente cofinanziati, per collegarci con l'Europa».


DOPO LA FIGURACCIA RENZI TENTA DI CORREGGERE IL TIRO MA PEGGIORA LA SITUAZIONE
Renzi peggiora le cose: «Il San Gottardo ci collega alla Svizzera»
Il premier italiano ha cercato di riparare all’”incomprensione” di aver collocato AlpTransit tra le opere pubbliche italiane
Incredibile ma vero: Renzi, cercando di riparare alla boutade in cui citava AlpTransit tra le opere pubbliche che l’Italia sta affrontando, è probabilmente riuscito a peggiorare le cose.
Il premier italiano ha precisato che «È evidente che il Gottardo è in Svizzera ma Gottardo, Torino-Lione e Brennero sono i tre canali che ci collegano con Svizzera, Francia e Austria. Ho visto molte ironie sui social, ma io stavo parlando dei tre tunnel che ci collegano all’Europa».
Probabilmente il premier italiano non conosce la precisa collocazione del San Gottardo, visto che non si trova al confine con l’Italia, e in mezzo c’è un intero cantone.
Fonte: tio.ch/
LE REAZIONI ITALIANE
San Gottardo, «Renzi ignorante e racconta balle»
Dopo la gaffe di oggi, il senatore della Lega Nord Jonny Crosio attacca il premier italiano: «Un ciarlatano imbonitore che prova goffamente a vendere opere che non ci appartengono»
Stanno suscitando reazioni anche in Italia le dichiarazioni del premier Matteo Renzi sulla costruzione della galleria di base del San Gottardo.
«Abbiamo un presidente del Consiglio ignorante e racconta balle», afferma il senatore della Lega Nord Jonny Crosio. «Un ciarlatano imbonitore che prova goffamente a vendere opere che non ci appartengono e che, anzi, dovrebbero essere solo da esempio per noi».
«Alptransit è un'opera realizzata dagli svizzeri in piena autonomia. Per fortuna loro sanno fare le opere a differenza nostra che siamo in ritardo di due anni per realizzare la parte italiana. Altro che meriti», insiste il parlamentare nato a Zurigo ed eletto nella circoscrizione Lombardia.
«Vantarsi di aver realizzato il traforo del Gottardo, come ha fatto oggi Renzi al termine del consiglio dei ministri, è l'ennesima mossa di un presidente che ci fa fare solo figure meschine in campo internazionale. Renzi chieda scusa al governo elvetico e si preoccupi delle sue ferrovie e non di coloro che sono maestri nel realizzarle», conclude Crosio.
Fonte: tio.ch/
LE REAZIONI DALLA SVIZZERA
SuperNorman risponde alla sparata di Renzi sul Gottardo! La vergogna della Stabio-Arcisate!
Matteo Renzi non ha limite al senso del ridicolo: con smisurata faccia di tolla si è vantato delle capacità di Fallitalia di costruire gallerie e ha affermato che l’Italia sta costruendo il tunnel di Alptransit nel Gottardo! Peccato che l’Italia non c’entri proprio un tubo con le tratte svizzere!
Invece dovrebbe pensare alle tratte italiane del collegamento Alptransit, visto che in quel caso siamo al disastro!
Lo sottolinea il Consigliere di Stato leghista Norman Gobbi, che su Facebook ha pubblicato un’eloquente fotografia che ritrae lo stato dei lavori della Stabio-Arcisate: la tratta svizzera è bella e conclusa, mentre nella parte italiana il nulla cosmico! Gobbi infatti scrive: “Matteo Renzi stava scherzando sui meriti italiani per Alptransit Gottardo, intendeva i grandi successi italiani sulla Stabio-Arcisate!”.
La foto dice tutto:

Autore: Aron D’Errico / Fonte: mattinonline.ch

E Salvini retwitta il Mattinonline: “Renzi sul Gottardo, che figura da pirla…”
La figuraccia di Matteo Renzi sul tunnel del Gottardo è passata piuttosto all’acqua bassa in Italia. Ma non è sfuggita a Matteo Salvini, che ha ritwittato gli articoli del Mattinonline…
“Renzi: prima dice che inaugurerà il Gottardo (che è un’opera tutta Svizzera!), poi, tentando di riparare, afferma che il tunnel collega l’Italia alla Svizzera (quando, in realtà, si trova completamente in territorio elvetico)… Una doppia figura da PIRLA internazionale censurata da giornali e tivù!”

Matteo Pelli asfalta Matteo Renzi: “Non so ancora spostare i confini, ma fammi uscire dal tunnel tra Italia e Svizzera”!
Matteo Pelli risponde su Facebook con ironia alle sparate bislacche di Matteo Renzi sul Gottardo:
Caro “Matte” Renzi,
ti do del tu perché sei uno così, da selfie scravattato, un po’ smanettone sui social, un po’ da chat su wazzap. Voglio dirti grazie. Grazie di tutto quello che hai fatto e stai facendo per noi. Il LAC da quando l’hai pensato ha cambiato la faccia di Lugano, esattamente come quando i tuoi nonni architettarono i castelli di Bellinzona, la loro abilità nel metterli in fila, pensando che un giorno i turisti avrebbero potuto farci un selfie senza nemmeno perderne uno sono stati per il nostro (dai un po’ tuo) cantone una straordinaria trovata. Quando hai detto “a Locarno proiettiamo qualche film”, ad Ascona mettiamoci un lago, a Mendrisio oltre ai vigneti pregiati ci sta pure un outlet per creare un po’ di movimento. Intuizioni clamorose. Quando guardando il formaggio coniasti il termine “Fondue” e per gli allergici ai latticini inventasti “Chinoise”. Quando avvicinando Sergio Ermotti piccolo dicesti “hai mica da cambiare un 20 franchi” instradandolo verso il mondo finanziario o quando incontrando Lara Gut in visita con le scuole elementari a Firenze le dicesti “Segui la SCIA”. Caro Matteo, ho l’onore di portare il tuo nome, purtroppo però non riesco ancora a spostare i confini come fai tu, lasciami uscire dal tunnel (quello che collega Italia e Svizzera) e ci proverò anch’io.
A presto. Tvb.
Matteo

Gaffe di Renzi sul Gottardo. Regazzi: "Spaccone o disinformato?". Beltra: "Mala tempora currunt!". Gobbi: "Pensava alla Stabio-Arcisate?". E spunta la fattura di Maurer
Intanto il premier italiano si difende: “Lo so che il Gottardo è in Svizzera”. Ed ecco la fattura burla da 30 miliardi inviatagli da Maurer
Ieri era a Roma. Oggi a Bologna. E il premier italiano Matteo Renzi, a chi gli ha chiesto conto della clamorosa gaffe sul Gottardo (leggi qui) ha risposto così: “È evidente che il Gottardo è in Svizzera ma Gottardo, Torino-Lione e Brennero sono i tre canali che ci collegano con Svizzera, Francia e Austria”.
La storia è finita anche su alcuni giornali italiani, tra i quali Il fatto quotidiano, che ha ripreso le reazioni sarcastiche dei ticinesi su Facebook. Intanto spunta una “fattura burla” del consigliere federale Ueli Maurer “all’amico Matteo Renzi” con la richiesta di pagamento di 30 miliardi di franchi, IVA inclusa...
“Renzi spaccone o disinformato? – si chiede il consigliere nazionale Fabio Regazzi -. Probabilmente entrambi. In ogni caso vogliamo ricordare al Premier italiano che non solo l'Italia non partecipa nemmeno con un franco all'investimento di 28 miliardi per Alptransit, ma che la Svizzera finanzierà con la bellezza di 280 milioni di franchi la realizzazione del corridoio ferroviario a 4 metri (innalzamento del profilo delle gallerie) sul territorio italiano”.
Il consigliere di Stato Norman Gobbi scrive invece: “Matteo Renzi stava scherzando sui meriti italiani per Alptransit Gottardo, intendeva i grandi successi italiani sulla Stabio-Arcisate!”.
Gli fa eco il suo collega Paolo Beltraminelli: “Sono stato sollecitato come presidente del Governo Ticinese a prendere posizione sulle esternazioni di Renzi. Al presidente del Consiglio ricordo che l'Italia aiutò la Svizzera nel 1800 per costruire la prima galleria ferroviaria del San Gottardo e gliene siamo ancora oggi molto grati... forse Renzi si riferiva a quell'opera, anche quella era Alptransit. “Conoscere per deliberare” diceva Luigi Einaudi... una massima da non dimenticare mai! Mala tempora currunt!”
E il presidente dell’UDC, Piero Marchesi: “Renzi le racconta talmente grosse che non distingue più la verità dalle menzogne. Un Primo Ministro non eletto che é diventato, grazie ai poteri forti, il nuovo Re d'Italia. Auguri al popolo italiano!”.
red

Fonte: liberatv.ch

Fonte ecplanet.com


Archivio blog