lunedì 18 aprile 2016

Pecoraro Scanio: "astensione è vittoria di Pirro. Italia è NoTriv"

L'ex ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio commenta così l'esito del referendum:

"Le multinazionali hanno capito la lezione e dovranno lasciare  mari e campagne italiane - lo dichiara Alfonso Pecoraro Scanio già ministro dell' Ambiente e impegnato per il referendum NoTriv, che aggiunge " gli oltre 13 milioni di Si sul quesito meno importante e nonostante boicottaggio e campagna astensionista di governo e principali media dimostrano che l'Italia è NOTRIV e filo rinnovabili. Tutti possono ora immaginare quali opposizioni popolari e istituzionali troveranno eventuali nuovi assalti al territorio ".
"Quando un governo deve ricorrere all'astensione per evitare il voto popolare ha già perso e del resto il 32% alle urne vuol dire che tutta l'azione mediatica di Renzi ha convinto molto meno della metà dei votanti delle ultime europee ( allora57%) a disertare le urne .
Le regioni e i comitati ha invece ottenuto la marcia indietro del governo su 5 dei 6 quesiti e oltre 13 milioni di Si."
"Ora governo abbandoni ubriacatura fossile e ritorni seriamene a investire sulle rinnovabili sostenibili finora elogiate a chiacchiere e ostacolate nella realtà . Si riparta dalle politiche e
 2007 su 20/20/20 e la terza rivoluzione industriale proposta da Rifkin "
"Un ultimo suggerimento: il governo faccia smantellare le piattaforme ormai con concessioni scadute o troppo obsolete prima che lo decida la magistratura . La campagna referendaria e il film- documentario Italian Offshore hanno rivelato troppe magagne per far finta di nulla "


Dalla pagina FB di Alfonso Pecoraro Scanio





Archivio blog